Web AlchLab

Logo Web AlchLab | Web Agency Bologna

Web AlchLab T. 800-662585

Web AlchLab | Web Agency Bologna

Blog Web AlchLab

Web AlchLab realizza e sviluppa Progetti Web, Creazione e Ottimizzazione Siti Internet, Posizionamento sui Motori di Ricerca e Web Marketing!

Facebook Ads: come analizzare la performance delle tue campagne

L’analisi delle performance delle campagne ha un peso sempre maggiore nelle strategie digitali: capire quali Kpi monitorare e analizzare è infatti fondamentale per ottenere dei risultati efficaci ed evitare uno spreco di budget.

Per creare una campagna performante non basta solo targettizzarla nel modo giusto o investire un budget consistente, ma significa soprattutto tenere costantemente sotto controllo i risultati ed essere sempre pronti ad apportare le giuste modifiche nel momento in cui ce ne sia il bisogno.

Per questo motivo ci siamo chiesti: quali sono i KPI da monitorare in base all’obiettivo di una campagna su Facebook?
Ecco una breve panoramica!

KPI: cosa sono

A differenza delle metriche, il termine KPI indica un indicatore chiave di performance, ovvero un dato prestabilito che aiuta a valutare il successo di una campagna su Facebook Ads.

Ad esempio, il numero di clic su una sponsorizzata può essere definito metrica perché si tratta appunto di un dato quantificato attraverso la sezione degli insight. Invece, la variazione del numero di clic sul sito web prima e dopo la campagna viene definita KPI perché di riferisce ad un’informazione sull’effettivo successo della campagna.

Per capire come analizzare la performance di una campagna su Facebook Ads, è bene definire un obiettivo chiaro, semplice e misurabile e valutare il relativo KPI.

Obiettivo della campagna e KPI

Come abbiamo accennato, la scelta degli indicatori da monitorare dipende dagli obiettivi che abbiamo scelto per la nostra campagna. Per questo motivo, ogni campagna con un dato obiettivo avrà un diverso KPI.

Nel caso di una campagna di Brand Awareness, per esempio, utilizzata per generare il ricordo di un’inserzione, il KPI da monitorare è “l’aumento stimato del ricordo dell’inserzione”, ovvero il numero di utenti che potrebbero ricordare il nome del brand o i suoi prodotti o servizi a due giorni dalla sua visualizzazione.

Per questo tipo di campagna, esistono inoltre altri tipi di indicatori che rivestono un’importanza fondamentale. Questi sono:

  • Il Reach, cioè il numero di persone che hanno visto il post;
  • Le reaction: ovvero il numero di reazioni ricevute sotto il post;
  • L’engagement: cioè il peso effettivo di tutte le interazioni rispetto al numero di follower;

Diverso è il caso di una campagna con obiettivo traffico sul sito web, in questo caso il KPI più importante da monitorare è senz’altro il numero di “Clic unici sul link”, cioè il numero degli utenti che tramite l’inserzione sono entrati sul nostro sito web.

Anche in questo caso, oltre i KPI è bene monitorare alcuni indicatori, come:

  • Il Costo per risultato, cioè il costo medio per ogni clic generato;
  • Le impression, cioè il numero di volte in cui le inserzioni sono state visualizzate su uno schermo;
  • La frequenza, ovvero il numero medio di volte in cui ogni utente ha visto l’inserzione;

Nonostante le metriche e i KPI da monitorare siano sempre gli stessi, è bene studiare per ogni tipo di campagna quale indicatore analizzare per uno specifico obiettivo.

Se hai realizzato la tua prima campagna su Facebook e hai difficoltà a comprendere come monitorare e analizzare i dati, contattaci per una consulenza!

Preventivo Gratuito Social Media

Lascia un commento

richiedi informazioni

Compila il form sottostante per ricevere informazioni nel più breve tempo possibile.

    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

    Il mondo del Web è, per molti, un’incognita…
    Ecco alcune delle domande più frequenti, a cui ora puoi trovare una risposta!

    Servizi Web FAQ

    Sicuramente il primo passo da affrontare è la realizzazione del proprio sito web aziendale, dopo un’attenta analisi del proprio target e del mercato di riferimento. Da questi elementi dipendono la scelta grafica e l’impaginazione, nonchè l’effetto “emozionale” che si vuole trasmettere al visitatore, una volta arrivato sulle pagine del nostro sito.

    I normali tempi di sviluppo per la creazione di un sito web sono dai 15 ai 90 giorni dalla scelta dell’impaginazione e della grafica, per progetti “standard” o complessi. Questa fase di sviluppo, al fine di ottenere il miglior risultato possibile, risulta impegnativa anche per te. Sarà necessario decidere come impostare e dividere i contenuti da presentare, esattamente come si deve attentamente scegliere la disposizione della merce nel proprio punto vendita, per valorizzare ciò che meglio rappresenta il core business aziendale, in base al design scelto.

    Dopo la creazione del sito internet, sarà necessario far conoscere la propria azienda all’interno delle principali realtà social e web. Per questo motivo Web AlchLab propone sempre, a fianco della realizzazione del sito internet istituzionale, l’indicizzazione del dominio sui principali Motori di Ricerca (da Google a Bing, da Yandex a Baidu) e l’apertura delle pagine Social – Facebook, Twitter e Instagram -, nonchè l’inserimento della propria attività su Google Maps.

    Arrivati ai picchi attuali di navigazione da mobile (smartphone o tablet), è indispensabile progettare e realizzare siti internet in grado di adattarsi a tutte le più diffuse risoluzioni e dispositivi.

    Il primo obiettivo nel progettare la mappa del sito che si vuole realizzare è la praticità per l’utente nel navigare le diverse sezioni che compongono il portale. E’ indispensabile che da ogni pagina, senza alcun tipo di rallentamento, si possa raggiungere qualsiasi altro contenuto del sito web e che tutto sia proposto in modo ordinato.

    Chi lavora nel mondo del web design avrà sentito decine di volte questa richiesta, negli ultimi anni sempre più raramente. La tecnologia Flash, per quanto sia stata una importante fase del design online, è ormai arrivata a conclusione da molto tempo, relegata ad esser utilizzata per pochi, singoli, elementi della pagina. Le più moderne tecnologie web, HTML5 e CSS3 per esempio, consentono animazioni ed effetti altrettanto “spettacolari”, ma garantendoci una migliore ottimizzazione da parte dei motori di ricerca. Per fare un esempio, una galleria di immagini in Flash non potrà mai portare traffico organico qualificato da Google Immagini e non sarà visibile sulla maggior parte dei dispositivi Mobile (Tablet e Smartphone).

    Load More

    Grazie per averci contattato!

    Compila il form per ricevere informazioni sul pacchetto selezionato

      Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

      Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

      ×

      Grazie per averci contattato!

      Compila il form per ricevere informazioni sul pacchetto selezionato

        Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

        Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

        ×

        Grazie per averci contattato!

        Compila il form per ricevere informazioni sul pacchetto selezionato

          Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

          Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

          ×