Web AlchLab

Web AlchLab T. 800-662585

pubblicità su linkedin

Pubblicità su LinkedIn: sì o no?

Tags: , ,

Fare pubblicità su LinkedIn rappresenta un investimento sensato per il tuo business?

La pubblicità su LinkedIn rimane ad oggi un punto interrogativo per i digital marketer.

Da un lato abbiamo Facebook e Google ADS, la cui necessità per il successo di una strategia digitale non viene mai messa in discussione. Questo perché la crescita organica – ovvero, la crescita senza pubblicità a pagamento – su piattaforme come Facebook, Instagram e Google sta subendo un ridimensionamento significativo negli ultimi anni.

In poche parole, è sempre più difficile far conoscere il proprio brand a un pubblico nuovo in questi spazi senza mettere in campo una strategia di advertising. Progettare un piano editoriale per un pubblico specifico e stimolare l’engagement non è più sufficiente da tempo, e questo è un dato di fatto di cui tutti gli esperti di marketing digitale sono consapevoli.

Dunque, l’advertising su Facebook e Google è sicuramente indispensabile per gli imprenditori di ogni settore, che grazie al Business Manager e a Google ADS possono gestire in maniera flessibile il loro budget.

Tuttavia, il discorso cambia quando si parla di LinkedIn e Linkedin ADS. Le variabili in gioco per valutare la sensatezza di un investimento su questo social network sono parecchie.

In questo articolo, vogliamo aiutarti a capire se investire in advertising su LinkedIn può essere proficuo per te e la tua azienda, fornendoti tutti i pro e i contro di questa attività.

pubblicità su linkedin

Pubblicità LinkedIn: come funziona

Per strutturare una strategia pubblicitaria su LinkedIn, è necessario essere in possesso di una pagina aziendale. Solo attraverso una pagina aziendale si può avere accesso al LinkedIn Campaign Manager, lo strumento per progettare le campagne.

Gli obiettivi che puoi raggiungere con LinkedIn ADS sono: 

  • notorietà
  • considerazione: visite sul sito web, interesse, visualizzazioni video 
  • conversione: generazione di lead, conversioni sul sito web, candidature

A seconda del tipo di campagna, avrai a disposizione audience e formati diversi. Per esempio, è possibile scegliere fra annunci a singola immagine, annunci video, annunci di testo e così via.

E qui arriva la parte dolente: il budget.

La spesa minima giornaliera per poter avviare una campagna su LinkedIn è di 10 euro. Questo significa che, per diffondere la tua campagna, dovrai preventivare un budget mensile minimo di 300 euro. Ma per avere risultati significativi può essere necessaria una spesa che varia dai 2000 ai 5000 euro al mese.

La cifra in sé può essere irrilevante per un’azienda già strutturata, ma ti avvertiamo: senza un’adeguata ottimizzazione, LinkedIn ADS presenta un CPC (costo per click) medio di gran lunga superiore rispetto a Facebook e Google ADS. Significa che ogni click ricevuto sul tuo annuncio potrebbe arrivare a costare dai 5 agli 8 euro.

Per questo è necessario monitorare costantemente la campagna e ridefinire la strategia per evitare spreco di budget.

Ecco perché potresti non aver bisogno di sponsorizzare su LinkedIn

Come avrai intuito, gestire in autonomia una campagna LinkedIn ADS può risultare molto complesso senza una buona dose di esperienza alle spalle.

Inoltre, la gestione del budget risulta difficoltosa se non si hanno a disposizione le giuste competenze e, soprattutto, il tempo necessario per affinare la campagna.

Ma abbiamo una buona notizia per te: a prescindere da questo, potresti non aver affatto bisogno di spendere soldi su LinkedIn!

Ti spieghiamo i criteri da prendere in considerazione per valutare questa ipotesi:

Crescita organica

Ad oggi (marzo 2022) l’algoritmo di LinkedIn ci dice una cosa molto chiara: “sii attivo e verrai premiato”.

Cosa significa? Che la crescita organica su LinkedIn è ancora possibile! 

Infatti, LinkedIn tende a favorire quei profili attivi che pubblicano contenuti di qualità con costanza e che interagiscono positivamente con altri account, commentando e contribuendo alla discussione sotto altri post.

A differenza di Facebook e Instagram, un buon piano editoriale e una solida strategia di interazioni possono essere sufficienti a far parlare del tuo business!

Ricorda: LinkedIn è il regno del personal branding, soprattutto per i liberi professionisti. Sfrutta questo social per condividere con il tuo pubblico le tue competenze ed esperienze: il successo è assicurato.

Il tuo settore

LinkedIn non è popolato solamente da persone in cerca di lavoro o HR.

A frequentare tutti i giorni questo social network sono imprenditori alla ricerca di servizi per la loro azienda

Per questo può essere poco produttivo investire in advertising su LinkedIn se operi nel B2C: difficilmente il tuo cliente finale – ossia un consumatore comune – cercherà il tuo prodotto o servizio su questo social.

Tuttavia, il nostro consiglio è di mantenere comunque la tua presenza su LinkedIn: condividere con altri imprenditori aneddoti sul tuo lavoro rafforzerà l’immagine e l’autorevolezza del tuo brand.

Il tuo obiettivo

LinkedIn ADS potrebbe non soddisfare pienamente tutti gli obiettivi del tuo business.

Per esempio, se il tuo obiettivo finale è di portare traffico sul tuo e-commerce di abbigliamento, potresti ottenere risultati deludenti.

Questo perché, come già accennato, difficilmente un consumatore B2C utilizzerà LinkedIn per la sua sessione di shopping online.

Pubblicità su LinkedIn: quando è un “no”

Alla luce di questo, la pubblicità su LinkedIn rappresenta un enorme NO per:

  • liberi professionisti che mirano solo al personal branding – consigliamo di concentrarsi sulla crescita organica senza investire somme di denaro
  • aziende B2C – consigliamo di concentrare il budget su social network più generalisti come Facebook e Instagram
  • attività con obiettivi di vendita online – consigliamo di puntare su Facebook ADS e Google ADS per campagne traffico più economiche e performanti

Pubblicità su LinkedIn: quando è un “sì”

Di contro, a chi conviene veramente utilizzare l’advertising su LinkedIn?

  • aziende B2B: se la tua buyer persona è un imprenditore che sta cercando nuovi fornitori di beni e servizi per la sua azienda, LinkedIn ADS ti aiuterà a intercettarla grazie alla sua targetizzazione dettagliata
  • lead generation: se il tuo obiettivo finale è la raccolta di contatti di potenziali clienti, LinkedIn ADS è quello che fa per te.
  • settori di nicchia: se vendi un servizio o un prodotto di nicchia per aziende, come macchinari per aziende o servizi specializzati, una campagna di advertising su LinkedIn può aiutarti a individuare i contatti giusti per il tuo business

Sei un imprenditore e ti rispecchi in questa descrizione?

Non esitare: contattaci o visita la nostra pagina dedicata al social media marketing, ti aiuteremo a fare pubblicità su LinkedIn e a raggiungere i tuoi prossimi clienti.

Lascia un commento

richiedi informazioni

Clicca il bottone qui sotto per metterti subito in contatto con noi!

Grazie per averci contattato!

Compila il form per ricevere informazioni sul pacchetto selezionato


    Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

    Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

    ×

    Grazie per averci contattato!

    Compila il form per ricevere informazioni sul pacchetto selezionato


      Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

      Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

      ×

      Grazie per averci contattato!

      Compila il form per ricevere informazioni sul pacchetto selezionato


        Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY

        Se hai problemi ad inviare il tuo messaggio, prova a disattivare l'estensione ADBlock del tuo Browser

        ×